mercoledì 24 dicembre 2014

USA PIL + 5%

Il perverso mondo del capitalismo avanzato riesce a trarre vantaggi economici e di potere da qualsiasi cambiamento, poco importa se d'impatto positivo o negativo sulla società.
All'indomani del fatidico undici settembre, ad esempio, il prezzo dell'oro sul mercato schizzò verso l'alto e così fu a seguire per il prezzo del petrolio che aumentava di pari passo ai bombardamenti americani ed ai sabotaggi mirati ai pozzi di petrolio iracheno.
Ovviamente anche l'Industria della Guerra, forse la principale risorsa americana, trasse enorme vantaggio dal deliberato attacco all'Iraq, già programmato e preconfezionato ben prima della demolizione delle tre torri del WTC, a meno di non credere che governo americano e loro consulenti di guerra non siano effettivamente riusciti a vergare il Patriot Act (leggi: Atto di Aggressione Deliberata ad un Paese Sovrano) nel corso della notte tra l'11 ed il 12 settembre.
 
Quando la macchina da guerra USA si mette in moto (ma non mi risulta sia mai stata veramente spenta a partire dalle Guerre d'Indipendenza) avanza come una talpa meccanica in galleria: nessuna nuova informazione riesce a fermarla, così come la morte del capro Bin Laden dopo circa tre mesi dalle demolizioni e lo scioglimento di Al Queida nel corso dell'anno successivo non scalfirono minimamente l'andazzo dei programmi di guerra americani che avevano, come sempre hanno, come scopo principale quello di espandere il dominio americano e dare man forte alla propria economia.
E niente di meglio, per risollevare le sorti di un'economia nazionale, che danneggiarne un'altra.
 
Compreso questo, è chiaro che dati come il Prodotto Interno Lordo vanno interpretati con molta attenzione per comprendere se la società si stia evolvendo o semplicemente precipitando nel baratro della logica capitalistica. E per essa intendo una società in cui le barbarie e la metodica sopraffazione violenta dei meno difesi (economicamente e militarmente) sono la norma ed il presupposto.
 
Sempre attuale, il monito di Robert Kennedy sul PIL:
 

 
Compreso questo, auguriamoci che la gente cominci a comprendere che dati come il PIL e lo Spread non hanno nulla a che vedere con l'economia reale, il benessere, il potere d'acquisto della moneta, la sicurezza sociale e le prospettive per il futuro ma sono la linfa vitale della finanza, quella finanzia guerrafondaia ed imperialista che non dovrebbe avere nulla a che fare con le nostre vite.
Buon Natale, per chi ha intenzione di festeggiarlo nonostante tutto.

venerdì 19 dicembre 2014

Quattro candidati onestamente incandidabili al Colle

I quattro dell'Apocalisse italiana
 
Dopo l'ultima tristissima esperienza presidenziale, ecco che la Repubblica rischia di ritrovarsi quale massimo esponente uno dei quattro principali responsabili dello sfacelo economico nazionale a cominciare, nella foto, dal famigerato Faccia di Merda (già pericolosamente ventilato nella precedente occasione) per finire, oltrepassato lo Smilzo e la Cariatide (anzi Geremia), a colui che lo stesso Cossiga definì "Vile affarista": anch'esso già proposto a suo tempo per il Colle.
Una bella Banda dei Quattro, non c'è che dire, e molto difficilmente sarebbe stato possibile scegliere di peggio. Il peggio del peggio. Complimenti.
 
Ma forse hanno ragione gli attivisti del Coordinamento 9 dicembre (e non solo loro) quando dicono che ci ritroviamo i politici che ci meritiamo e non abbiamo diritto di lamentarci se prima non facciamo nulla per disfarcene.
 
Approfondimenti sui singoli personaggi in questo blog:
Faccia di Merda (ma mi viene da dire Feccia di Merda riferendomi a tutti e quattro)
 
La pagina di nocensura sull'argomento:
 


martedì 25 novembre 2014

Regionali ultimo atto?


La classe politica che speriamo di spazzare via con le iniziative previste a partire dal 5 dicembre ha da poco inscenato il suo ultimo atto di parademocrazia e rimescolamento delle carte attraverso le elezioni regionali calabresi ed emiliane.
Queste elezioni di per sé inutili forniscono però alcuni dati socialmente e politicamente interessanti, a parte lo spreco di denaro pubblico che hanno comportato.
 
Astensionismo a livelli statunitensi - indice di un aumento di consapevolezza da parte dell'elettorato che far finta di eleggere i loro falsi rappresentanti è del tutto inutile: se si possiede una coscienza civica, meglio impegnarsi su altri fronti.
 
Crescita percentuale del PD anche in Calabria - il Partito Delle banche, erede storico di quel Partito Comunista che rappresentò il principale referente e testa di ponte USA a partire dal dopo guerra, ha consolidato le sue posizioni anche nella regione meridionale, e doveva capitare prima o poi visti i saldi legami tra la malavita organizzata calabrese e la malavita bancaria organizzata. I padroni anglosassoni ringraziano l'elettorato.
 
Lega che supera il PdL in Emilia - anche questo doveva capitare prima o poi visto che sempre meno elettori che si reputano "di destra" sono disposti a credere che il partito di Berlusconi li rappresenti. Del resto qualcuno si sarà ricordato che l'industriale milanese proviene dall'area socialista ante golpe "Mani Pulite". Nel loro immaginario, ora è la Lega a rappresentarli, fino a che non apriranno gli occhi del tutto.
 
Se credete che elezioni del genere non possano migliorare il Paese, dal 5 dicembre datevi da fare:

lunedì 17 novembre 2014

Non c'è due senza tre

Rappresentando la politica il secondo dei miei disinteressi, ho appreso solo stamattina da una news di nocensura.com che tra i soggetti a rischio candidati alla Presidenza della Repubblica c'è anche Mario Draghi, e non poteva essere altrimenti visto che proprio lui andava a completare il trio di killers finanziari che, a bordo del panfilo Britannia di proprietà della Corona inglese, nel 1992 presero ordine di svendere a privati la Banca d'Italia. Gli altri due complici sono ovviamente Amato&Prodi di cui ho parlato nel precedente articolo.
Il soggetto in questione potrebbe causare ancor più danni di quelli provocati dal suo predecessore al Quirinale, in quanto è più giovane e prende ordini dagli stessi potentati a cui risponde il curatore fallimentare Mario Monti.
Una vera minaccia, anche se la Presidenza d.R. dovrebbe essere una carica puramente formale e conferita a fine carriera generalmente in base all'entità del danno apportato alla Repubblica, quale riconoscimento dei servizi resi ai poteri sovranazionali che gestiscono quella che dovrebbe essere la nostra Repubblica, intesa come espressione civile della cittadinanza.

Diffidate di questo ceffo, non opera nei nostri interessi

 
Links di riferimento:
 

- Draghi, Ciampi, Prodi, la svendita delle industrie nazionali e la resistenza di Craxi
- L'orrore ed un rimedio immediato (articolo precedente)

Il 5 dicembre iniziano le ostilità:

 

lunedì 10 novembre 2014

L'orrore ed un rimedio immediato

 
Sappiamo che i media di regime se ne fregano della correttezza in nome del POLITICAMENTE corretto ovvero anche (e soprattutto) FALSO purché funzionale all'esaltazione delle gesta degli oppressori ed alla colpevolizzazione degli oppressi.
 
Così, stamattina mi è capitato di visitare un articolo lanciato dalla home di tiscali sulle imminenti dimissioni (meglio tardi che mai) del presidente illegittimo Americano-prima-che-Napolitano ed apprendere con orrore che tra i successori presi in considerazione non si sa bene da chi ci sono, anzi c'erano, nientemeno che i due noti compari Amato&Prodi, già noti all'opinione pubblica meglio informata per le loro losche operazioni ai danni del patrimonio dello Stato (in pratica si sono svenduti la Banca d'Italia - e non solo - come se tutto rientrasse tra le loro disponibilità personali e senza renderne conto né interpellare i legittimi proprietari, cioè noi).
 
Ma l'orrore è durato il tempo di tornare all'articolo che dopo un po' ho ritrovato epurato dai cognomi di queste due entità negative. Con i giornali on line è possibile farlo, lo facciamo tutti noi blogger, mentre con la carta stampata bisognava andare molto più cauti.
 
Tiscali non è nuova a questi aggiustamenti postumi: ricordo bene che la mattina del 12 settembre 2001 verso le 10, a completamento della fresca notizia del triplo attentato al WTC (triplo perché le torri demolite furono tre, qualcuno se ne ricorda solo due? No, erano tre, cercate di ricordarvi bene) si poteva notare un trafiletto intitolato "Chi è Osama Bin Laden" con tanto di foto.
Bene, nel corso della mattinata riaprii la stessa pagina ed il trafiletto sul simpatico Bin era scomparso, come se non fosse mai stato pubblicato, probabilmente rimosso perché pubblicato troppo frettolosamente: è chiaro che nessun media di regime pubblica le notizie per quello che sono ma per la funzione che devono conseguire.
Dopo un po', forse il giorno successivo, il trafiletto ricomparve: evidentemente ormai, dopo una breve indagine nonostante l'imputato avesse dichiarato immediatamente la sua estraneità ai fatti, il colpevole era stato UFFICIALMENTE identificato nella persona del milionario malaticcio Bin Laden che avrebbe organizzato tutti dai suoi lussuosi alloggi di New York o chissà da dove, di sicuro non dalle caverne di Tora-Bora presso le quali fu ufficialmente domiciliato per molto tempo ancora dopo la sua morte notoriamente avvenuta nel corso del dicembre dello stesso anno.
 
Prendiamone atto: è così che funziona la cosiddetta informazione che non informa ma forma ugualmente le coscienze.
Avete mai pensato che tutte le vostre convinzioni derivano da ciò che sapete?

In tutto questo, non dimentichiamoci che
e che se Napolitano di dimette, possiamo depennare tale richiesta dalla nostra agenda.

Bella mossa però quella di annunciare le sue dimissioni prima che glie lo chiedessimo ufficialmente noi!

Ad ogni modo, Sun Tzu diceva che il condottiero più grande è colui che vince la guerra senza neanche dare battaglia... sarà questa notizia di buon auspicio?
 
Il 5 dicembre iniziano le ostilità:

giovedì 6 novembre 2014

Il 5 DICEMBRE INIZIANO LE OSTILITA'

Contro questo governo illegittimo, per il rispetto e per il ripristino della nostra Costituzione

  • SIAMO UN POPOLO a difesa di tutti quegli italiani che vivono vite normali: padri e madri di famiglia, giovani in cerca di un futuro sereno, deboli e dimenticati.
  • SIAMO UN POPOLO che riconosce che nessun partito politico, nessuna sigla sindacale o di altre organizzzazioni ha effettivamente avuto a cuore gli interessi della nostra Nazione.

COORDINAMENTO

NOVE DICEMBRE


CONTATTACI PER CONOSCERE GLI ATTIVISTI DELLA TUA ZONA E LE AZIONI CHE SARANNO INTRAPRESE NELL'IMMEDIATO FUTURO


GRUPPO OPERATIVO NAZIONALE:

- FRANCESCO cell. 392.0066630

- LIDIA cell. 339.1752648

- SALVO cell. 334.1496491


domenica 19 ottobre 2014

Volete veramente aiutare gli alluvionati? Non inviate loro soldi!

 
Gli italiani sono strani: permettono che le loro tasse vengano alla fine interamente versate ad una banca (quasi del tutto) privata invece che allo Stato e poi trovano normale far fronte di persona ai disastri che combina lo stesso Stato!
Tra i più recenti, quelli provocati con l'alluvione di Genova per i quali è prontamente nato (almeno) un canale di donazioni volontarie destinate - dicono - a sostenere economicamente i danneggiati.
 
Bene, come nel caso dei bambini tolti alle famiglie indigenti e poi trasferiti in strutture che costano allo Stato almeno 10 volte quanto costerebbe aiutare direttamente le loro famiglie, sappiate che è del tutto IMMORALE versare denaro ad organizzazioni che, se magari non sono esattamente le stesse che hanno provocato l'alluvione (leggi: Geoingegneria clandestina, che è noto essere particolarmente intensa sulla Liguria), sono di sicuro con esse colluse o simpatizzanti.
Nella migliore delle ipotesi si tratta di normali sciacalli che spuntano richiamati dall'odore d'affare che genera ogni nuova sciagura. Ed in questo contesto è importante ricordare che non esistono sciagure assolute ma solo relative a chi le subisce: per qualcun'altro costituiranno un affare.
 
Quei soldi che elargite, nella migliore delle ipotesi arriveranno alla destinazione elettiva solo in minima parte e magari sottoforma di generi di secondaria necessità acquistati a prezzo di realizzo presso qualche industriale colluso con l'operazione. Nella migliore delle ipotesi, perché spesso non arrivano affatto.
 
Come al solito, la propaganda di Sistema è efficientissima a spostare l'attenzione mediatica su risvolti consequenziali e non significativi sulle cronache delle sciagure (di Stato): l'aiuto alle persone, l'ammontare dei danni, la ricostruzione, i soldi necessari, ecc. evitando di approfondire le cause delle sciagure, l'unica analisi che permetterebbe di evitarne di simili. Ovvero, magari approfondisce pure ma inventandosi cause e responsabilità poco plausibili e raggiungendo conclusioni ufficiali che alla fine danno al colpa... a Madre Natura ed al riscaldamento globale!
Peccato che da circa 18 anni i dati non manipolati parlano di un raffreddamento globale e non di un riscaldamento, per cui queste piogge di stampo monsonico dovrebbero essere sempre più rare, anzi inesistenti sul nostro Paese, come lo erano prima dell'avvento delle Scie Chimiche. E se arrivate alla consapevolezza che non eiste alcun Riscaldamento Globale ma se mai il contrario, ecco che vi appariranno ancor più chiare ed evidenti le operazioni di irrorazione aerea volte all'alterazione - almeno temporanea e su scala locale - del clima.
 
Articolo correlato:
 

martedì 7 ottobre 2014

Protezionismo inverso

Ovvero: come i nostri governanti fanno gli interessi di altri Paesi affossando l'economia nazionale.
Però i loro stipendi li paghiamo noi.
 
http://www.nocensura.com/2014/10/calo-del-20-dei-prodotti-ortofrutticoli.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+nocensura%2Ffeed+%28nocensura.com%29
 

sabato 4 ottobre 2014

Micidiale non violenza

Secondo una notizia ANSA del 29 settembre scorso, "Non è morto per cause violente l'uomo di 64 anni che la scorsa settimana aveva avuto una crisi cardiaca in seguito a un trattamento sanitario obbligatorio al S.Ambrogio di Torino."
"Lo ha stabilito l'autopsia effettuata dal medico legale Fabrizio Bison, incaricato dal pm Laura Longo che indaga per omicidio colposo. Per stabilire le cause della morte bisognerà aspettare ora gli esiti dell'esame tossicologico. L'autopsia non ha stabilito quali siano state le cause dirette dell'arresto cardiaco."
 
Sembra, anzi è una notizia come tante che, pur provenendo da un'agenzia giornalistica, in queste poche righe presenta già una distorsione dell'informazione e, quello che è peggio, veicola la discutibile opinione personale di chi scrive.
 
Infatti, affermare che l'uomo "non è morto per cause violente" e subito dopo precisare che "aveva avuto una crisi cardiaca in seguito a un trattamento sanitario obbligatorio" è contraddittorio in quanto è lo stesso TSO ad essere una delle più grandi violenze concepite dall'umanità. E poi, se lo stesso autore dell'articolo sostiene che la crisi cardiaca l'ha avuto in seguito al TSO - se la lingua italiana funziona sempre allo stesso modo - equivale a dire che la vittima del trattamento è morto a seguito del trattamento stesso e non ha senso cercare d'individuare un'altra causa.
 
Il TSO è un mezzo coercitivo da lager sovietico formalmente identico alla tortura in quanto non può non indurre sofferenza visto che per sua natura non è richiesto né spesso accettato dalla vittima.
L'unico metodo formale per distinguere tra le due pratiche consiste infatti nella valutazione, ove possibile, del grado di sofferenza inflitto anche in funzione di eventuali menomazioni di carattere più o meno irreversibile, sia di carattere fisico che mentale. In questo caso, la menomazione irreversibile che salta all'occhio è la perdita della vita. Saremmo quindi nel campo della tortura terminale, a meno di non considerare le "attenuanti generiche" per gli esecutori che in realtà non avevano intenzione di uccidere il soggetto ma solo di trasformarlo in ciò che volevano... .
 
Ma, a parte morte, mutilazioni, infermità o altri danni permanenti di tipo fisico che può causare la pratica della tortura intesa come tale e da sempre utilizzata in scenari di guerra o di spionaggio, anche uscire fisicamente indenni da un TSO non significa che lo stesso possa essere automaticamente distinto dalla tortura, in quanto la sua applicazione può causare danni permanenti alla psiche del soggetto.
In Italia, ad esempio, è ancora celatamente praticato l'elettroshock che come conseguenza può portare una diminuizione del Quoziente Intellettivo, alterazioni della personalità e del controllo psico-motorio. E se non è tortura questa... .
 
Speriamo, a questo punto, che il Pubblico Ministero incaricato dell'indagine apra bene gli occhi e, invece di perdere tempo spulciando le cartelle del ricovero, individui nella stessa pratica del TSO l'unica causa della morte e, quale responsabile mandante, colui che l'ha ordinata.
Certo che anche gli esecutori... .

lunedì 22 settembre 2014

Truffare e manipolare un popolo

 
Nel 2011, con un governo eletto dal Popolo, lo spread era a 550 e la disoccupazione generale non oltrepassava il 7%;
la disoccupazione giovanile era al 31% ed il debito pubblico ammontava al 119% del PIL.
 
Nel 2014, dopo tre governi imposti dalle banche, lo spread è sceso a 140 mentre la disoccupazione generale è RADDOPPIATA, quella giovanile è aumentata al 48% ed il debito pubblico è salito al 135% del PIL.
 
Nessun altro commento: è necessario riprendersi il potere.

mercoledì 17 settembre 2014

Lettera dal fronte

 

Caro Presidente Putin, Popolo della Russia, La preghiamo di accettare le nostre scuse per il comportamento dei nostri governi e dei media.
Le Nazioni Occidentali, guidate dagli Stati Uniti, sembrano determinate ad iniziare una guerra con la Russia. Una persona sana di mente avrebbe riconosciuto le terribili conseguenze di una tale guerra e avrebbe fatto tutto quanto in suo potere per evitarla. In realtà è proprio quello che lei sta facendo. A fronte di un flusso infinito di bugie e provocazioni è riuscito a non coinvolgere la Russia in un conflitto nucleare.
Gli eventi che circondano la guerra in Ucraina sono stati volutamente capovolti per rappresentare voi come un aggressore, quando i fatti dimostrano chiaramente il contrario. Bande neo-naziste commettono atrocità contro i cittadini della Novorussia su base giornaliera, ricevendo un sostegno politico e finanziario da parte dei governi occidentali. L’esercito ucraino ha bombardato regolarmente posti di blocco e città russe, compresi i rifugiati che cercano di fuggire dal paese. La Russia è stata accusata di aver abbattuto l’aereo della Malaysian Airlines, MH17, anche se l’evidenza suggerisce che il volo è stato abbattuto dall’esercito ucraino. Quando offrivate aiuti umanitari alla popolazione del Luhansk vi hanno accusato di contrabbando di armi in Ucraina.
 
Perché siete il bersaglio di queste menzogne e provocazioni? I criminali patologici dell’Occidente stanno spingendo verso un conflitto con la Russia perché hanno bisogno di un nemico esterno. Finché le persone si concentrano sulla “aggressione russa”, queste rimangono all’oscuro dei veri responsabili del declino dell’economia americana e del sistema sociale. In Europa – con la sua storia di guerre brutali innescate da arroganza e avidità – i leader europei hanno subito un collasso morale completo e sono ingenuamente caduti in fila dietro la politica di aggressione imperiale degli Stati Uniti. L’ultimo grande presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy, ha descritto il nostro nemico comune nel 1961:
"Siamo contrastati in tutto il mondo da una monolitica e spietata cospirazione, basata su mezzi segreti per espandere la sua sfera di influenza, che usa l’infiltrazione al posto dell’invasione, la sovversione al posto delle elezioni, l’intimidazione al posto della libera scelta, la guerriglia di notte invece che di eserciti alla luce del giorno. Si tratta di un sistema che ha arruolato vaste risorse umane e materiali nella costruzione di una impenetrabile macchina altamente efficiente che combina corpi militari, diplomatici, di intelligence, di operazioni, scientifici, e politiche economiche… Le sue macchinazioni sono celate, mai rese pubbliche. I suoi errori sono sepolti e mai titolati. I dissidenti vengono messi a tacere, non premiati. Nessuna spesa è messa in discussione, nessuna voce stampata, nessun segreto rivelato."
Da quel momento il governo degli Stati Uniti e altre nazioni occidentali sono stati infiltrati da questa “spietata cospirazione”. Anche se non si tratta necessariamente di un unico apparato, crediamo che i suoi leader pensino ed agiscano senza il peso di una normale coscienza umana. Questo è il motivo per cui sono disposti a sacrificare la vita di milioni o miliardi di persone. Essi forniscono ad Israele le armi che vengono utilizzate per il massacro di migliaia di palestinesi. Essi militarizzano la polizia in luoghi come Ferguson, per proteggere e rafforzare il loro potere sulla popolazione. Mentono per iniziare guerre che si prendono la vita di milioni di persone, per aumentare il loro potere politico. Sono deplorevoli.
Proprio come JFK, anche lei ha un curriculum militare; così siete legati da un senso del dovere di proteggere e servire il popolo della Russia. Sembra che come lui abbiate riconosciuto la follia della guerra nucleare e che vi siate attivati verso la pace. Lei si rifiuta di approvare le azioni dell’impero americano e sta lavorando per minare il suo potere evitando il rischio di un conflitto militare diretto. Invece la Russia ha sviluppato stretti rapporti con molti paesi attraverso organizzazioni come il BRICS, perdonando i vecchi debiti e lavorando con i suoi partner per raggiungere gli obiettivi che servono gli interessi del popolo. L’idea di partnership internazionali è stata definita un approccio multipolare, ed è in netto contrasto con quelli unipolari, come la politica imperialista degli Stati Uniti in cui le risorse di tutti i paesi sono controllate a beneficio pochi potenti – e a scapito di Noi: il Popolo.

Respingiamo l’avidità, l’odio e la sete di potere agognata dai nostri “leaders”. Siamo indignati e disgustati per l’uccisione di milioni di persone innocenti in nome della libertà e della difesa personale. Noi vogliamo la pace e la giustizia per tutti i popoli. Vogliamo una vera e duratura pace, il tipo di pace su cui una volta parlava JFK:



"Che tipo di pace cerchiamo? Non una Pax Americana applicata sul mondo con le armi di guerra americane. Non la pace della tomba o la sicurezza dello schiavo. Sto parlando di una pace genuina, il tipo di pace che rende la vita sulla terra un’esperienza da desiderare, il tipo di pace che consenta agli uomini e alle nazioni di crescere nella speranza di costruire una vita migliore per i loro figli, non solo la pace per gli americani, ma la pace per tutti gli uomini e le donne, non solo la pace nel nostro tempo, ma la pace per tutti i tempi."
La vera pace e la giustizia sono impossibili, fintanto che la “spietata cospirazione” rimane nascosta nell’ombra, al governo degli Stati Uniti e di altre nazioni. Preghiamo che attraverso i nostri sforzi reciproci possiamo contribuire a sconfiggere criminali assetati di potere e senza scrupoli che cercano di schiavizzare tutti noi. Preghiamo affinché possiamo tutti promuovere una vera pace che renda la vita sulla terra degna di essere vissuta.
 

==============

mercoledì 13 agosto 2014

Vista e piaciuta



Esite una formula molto in auge tra i commercianti auto, e non solo, che dovrebbe mettere al riparo il venditore da eventuali rimostranze post-vendita da parte dell'acquirente.
In effetti, con la formula "vista e piaciuta" l'acquirente dichiara di aver VISTO bene cosa sta comprando e quindi solleva il venditore da responsabilità che riguardano l'aspetto esteriore dell'oggetto che, per un'autovettura, possono consistere in difetti anche non molto evidenti ma significativi della carrozzeria, degli interni e dello stato degli pneumatici.
Ma un'auto, come tanti altri oggetti di natura complessa e funzionale (compreso un 'immobile!), può nascondere una miriade di brutte sorprese che possono manifestarsi solo durante l'utilizzo e non certo quando è ferma nel piazzale di un rivenditore o tutt'al più viene messa in moto e mantenuta per quanche secondo a folle.
Fortunatamente è possibile per legge, sia in base al famoso diritto di ripensamento che alla constatazione che l'oggetto acquistato non soddisfa i requisiti per cui è stato scelto, richiedere l'annullamento del contratto con la restituzione del denaro o del bene con un altro idoneo allo scopo dell'acquisto.

Il problema serio nasce quando, cercando di avvalersi di uno di questi diritti, il venditore fa... orecchie da mercante facendo finta di non leggere le mail che uno gli scrive e respingendo le lettere raccomandate che uno gli invia. Questo tipo di problemi, purtroppo, si risolvono in tribunale se ne vale la pena e se si ha voglia e tempo di affrontare tutto ciò che può conseguire da un'aziione legale.

E' quello che è capitato a me con una recente disavventura o più esattamente con una specie  di Odissea ancora in corso con tanto di auto... arenata senza speranza nel piazzale di un'officina. Un'auto pagata il giusto ma che nel giro di un paio di mesi dal ritiro mi è già costata un altro 25% abbondante in più oltre il prezzo d'acquisto, diversi fermi macchina oltre ad un fermo definitivo per risolvere il quale dovrei spendere in teoria una cifra che, sommata alle spese già affrontate, raddoppierebbe in pratica il prezzo d'acquisto.

Dopo aver constatato che la buona volontà riposta nella risoluzione dei problemi funzionali della vettura è stata del tutto inutile, anzi economicamente dannosa, ho scritto prontamente loro una lettera nella quale, bonariamente ed in maniera comprensiva da ex-commerciante di veicoli motorizzati quale sono, chidevo la sostituzione dell'auto con un'altra che avevo visto da loro.

Ma quando evidentemente il loro scopo... nella vita non è soddisfare il cliente ma cercare di ammollargli delle fregature lavandosi le mani da qualsiasi responsabilità di legge, allora non ci sono dubbi: ci si trova davanti a dei Truffatori.

La famigerata ditta è la:

 Auto & Moto S.R.L
 Via Fontanese, Castelnovo di Sotto (RE)

Perché nessuno abbocchi più al loro amo, è importante che si sappia in giro. Non comprate nulla da loro: se il veicolo non vi soddisfa o è una mera fregatura sarete abbandonati al vostro destino.  


 

 - Aggiornamento del 16/06/2016 - 

Ho lasciato i primi due tra i soprastanti link attivi ma erano pagine appoggiate al sito hemotard.it che è off line ormai dalla fine dello scorso anno e quindi non portano più a nulla, mi scuso per questo. L'articolo correlato è invece tuttora on line sul blog gemello HEYMOTARDnews.
La documentazione è comunque tuttora esistente e la causa da me intentata si è chiusa a mio favore nel luglio dello scorso anno ma il giudice non ha ancora depositato la sentenza e quindi non ho ancora recuperato neanche un Euro.
Da notare che per avvalermi di un più rapido procedimento avevo intentato causa per un danno inferiore ai 5000€ - in modo da risolvere la questione davanti ad un Giudice di Pace - anche se a conti fatti ne ho persi circa 8000.
Lascerò on line questo articolo fino a che non otterrò delle scuse formali ed un rimborso forzatamente forfetario dalla Ditta sopra citata.

venerdì 8 agosto 2014

Le vere colpe di Berlusconi

 
A giudicare dalla violenza e dalle modalità con cui è stato attaccato dal Sistema fin da quando si è esposto personalmente in politica - forse per colmare il vuoto lasciato da Craxi suo ex-protettore - Berlusconi si è adoperato sicuramente per fare qualcosa di buono per il Paese.
E questo è chiaro, perché è fin troppo facile ravvisare come obiettivo primario del Sistema la distruzione... sistematica del tessuto economico e produttivo interno attraverso l'imposizione di tasse insostenibili, divieti, limitazioni, assurdi iter, controlli ed obblighi burocratici fini a loro stessi, svendita del patrimonio pubblico a speculatori nazionali ed esteri, cessioni criminali ed illegittime di sovranità nazionali, ecc.
Nessun politico o economista sano di mente e che abbia conseguito almeno la licenza elementare potrebbe mai pensare, infatti, che le manovre eseguite dai governi alternativi a Berlusconi che si sono succeduti possano mai essere utili al Paese.
 
Vendere al meglio, come ha tentato di fare in passato Berlusconi, delle aziende di Stato invece di svenderle al peggio ed al più presto, come hanno poi realmente fatto Ciampi, Draghi, Prodi, Monti, ecc., ci avrebbe di sicuro rallentato la discesa nel baratro, compensando almeno temporaneamente la cessione a privati di ricchezza produttiva statale.
 
Ancora: se gli avessero dato modo di accordarsi col "suo amico" Putin per un tracciato del gasdotto siberiano che non avesse attraversato Stati controllati o servi degli USA, ci avrebbe portato dei sicuri vantaggi in termini economici ed energetici anche se la cosa sarebbe stata di molto sgradita ai padroni dell'altro "suo amico" Obama... .
 
Ma allora, al di là delle sue tarpate intenzioni, cos'è riuscito a fare realmente di male per il Paese?!?
Non trovando dei significativi capi d'accusa politici, per danneggiare la sua immagine e credibilità politica ed infine sconfiggerlo, il Sistema si è dovuto inventare delle accuse che hanno praticamente nulla a che vedere con la sua vita politica se si ammette che la corruzione nella vita politica è la norma e che trova storicamente la sua massima espressione applicativa proprio in quella sinistra che ne fa il suo bersaglio prediletto. Una sinistra "stranamente"(*) neanche sfiorata dalla farsa di Tangentopoli quando avrebbe dovuto essere il suo obiettivo principale.
*) La sinistra italiana, fin dal dopoguerra ossequiente e funzionale alla politica americana, lo è diventata ancor di più dopo la sospensione dei finanziamenti che le arrivavano dall'URSS. E' naturale che in un'operazione concepita dalla CIA sia stata esentata dalle indagini sulla corruzione se non per colpire qualche suo componente dichiaratamente antiamericano.
 
Ma molta gente, l'opinione pubblica quanto a maggioranza statistica, ritiene vero solo ciò che è diffuso dai media di regime ed i media di regime, compresi alcuni che ufficialmente risulterebbero essere sotto il suo controllo assoluto, si sono adoperati in massa per distruggerela la sua immagine enfatizzando anche aspetti della sua vita privata - veri o falsi che siano - che non dovrebbero neanche riguardare un'opinione pubblica matura ed attenta più ai fatti che la riguardano direttamente che alla cronaca scandalistica.
 
La base della sinistra, soprattutto quella che non si domanda perché la sua fazione politica abbia fatto passare le leggi più "di destra" che siano mai state varate nel nostro Paese fin dai tempi di Mussolini - che in fondo era un socialista - è noto sia unita principalmente da un sentimento tipico della peggiore bassezza umana: l'invidia.
Non a caso, Enzo Ferrari (che per essere ben accetto nella sua Emilia rossa ed antipadronale si spacciava per filo-comunista o forse lo era sul serio) soleva dire che gli italiani sono pronti a perdonarti tutto fuorché il successo.
A pensarci bene, a parte qualche lucida ed interessante teoria ecomica post-capitalistica che nessuno di loro si adopera per applicare preferendo sottomertersi ed agire per conto e nell'interesse delle banche (private!) e non del popolo che vorrebbero rappresentare, alla sinistra non rimane nessuna ideologia (ovvero le idee di chi non è capace di sintetizzarne di proprie) valida, a partire dall'idea massonica della Lotta di Classe utile solo a distruggere il tessuto produttivo.
 
Quindi nulla di più facile convincere l'opinione pubblica italiana ad identificare nel proprio nemico Berlusconi con i suoi proponimenti invece che altri con i loro fatti criminali già compiuti ai danni della nazione.
L'opinione pubblica non pensa mai che ad un industriale del suo calibro non converrebbe mai danneggiare l'economia del suo Paese mentre per un politico di professione, preferibilmente prezzolato da chi vuole distruggere l'Italia, che l'economia interna vada bene o male non fa alcuna differenza. Può eseguire gli ordini che gli danno a cuor leggero e senza conseguenze per sé stesso.
 
Eppure, qualche colpa ce l'ha!
Solo che al Sistema non va di parlarne perché un paio di imperdonabili malefatte di Berlusconi, dovute probabilmente più al suo delirio di onnipotenza e presenzialismo che ad una lucida volontà politica, sono state perfettamente funzionali per asservire ancor di più il nostro Paese a potenze straniere, evidente obiettivo della linea politica vincente dopo l'estromissione forzata di Craxi dalla politica italiana ad opera della CIA attraverso la farsa di Mani Pulite e gli Utili Idioti che l'hanno attuata.
Inoltre, parlarne significherebbe aprire altrettanti Vasi di Pandora su verità sconvolgenti che riguardano il nostro Paese e che non sono ufficialmente ammesse.
 
Vediamo in sintesi quali gravi fatti ai danni del Paese sono da attribuire a governi da lui diretti; per approfondire la natura dei quali verranno indicati dei link di approfondimento.
 
Anno 2002) Accordo Italia-USA sulla Sperimentazione Climatica.
In sostanza, a questo accordo scellerato è dovuta la legalizzazione e l'appoggio logistico per tutta le attività d'irrorazioni aeree in corso fin da allora nei cieli del nostro Paese, mirata a modificazioni climatiche "stranamente" funzionali ai colossi americani della biochimica e dell'alimentazione e ad altri utilizzi non meno criminali d'interesse economico e militare, ovviamente americano.
In pratica, se i cieli ed i territori italiani sono costantemente avvelenati da quelle operazioni che qualcuno definisce ancora con l'accezione di "Scie Chimiche" e magari è così idiota da credere che non esistano, la colpa è anche di Berlusconi.
Approfondimento:
 
 
Anno 2005) Accordo di Cooperazione Militare Italia-Israele
Con questo accordo, il nostro Paese non solo si è schierato apertamente col governo sionista israeliano (fortemente osteggiato perfino in patria ed in particolar modo dalla stessa comunità rabbinica) autore di tente nefandezze e dello sterminio in atto della popolazione autoctona e sovrana della Palestina ma ha anche concesso ai militari israeliani di agire per i loro scopi indisturbati ed impunibili nel nostro Paese e nei nostri cieli.
Colpa di Belusconi, Fini, Martino con l'appoggio sostanziale della (finta) opposizione di allora.
Attenzione: Questo accordo è stato poi rafforzato nel 2012 con un altro che riguarda esclusivamente una cooperazione tecnologica ma è quest'ultimo che emerge più facilmente dai motori di ricerca; quindi se effettuate una ricerca per conto vostro, puntate su quello del 2005.
Approfondimenti:
 
 

Con questa consapevolezza, i suoi detrattori avranno finalmente e per la prima volta degli argomenti validi contro di lui.

giovedì 12 giugno 2014

La truffa dell'unità d'Italia

 
Il processo di Unità di Italia ha visto come protagonisti una sfilza di uomini più o meno celebri, i cosiddetti padri del Risorgimento. Dal nord al sud Italia ogni piazza o via principale si fregia di nomi illustri: Garibaldi, Mazzini, Cavour, Vittorio Emanuele etc.
.
Il popolo viene indottrinato fin dalla più tenera età a considerare costoro dei veri eroi, gli artisti li raffigurano esaltando il loro valore in maniera da rafforzare il mito che li circonda. Innumerevoli sono infatti le opere d’arte che ritraggono l’eroe dei due Mondi ora a cavallo, ora in piedi che impugna alta la sua spada, alcune volte indossa la celebre camicia rossa, altre volte si regge su di un paio di stampelle come un martire. Tuttavia un ritratto che di certo non vedremo mai vorrebbe il Gran Maestro massone, Giuseppe Garibaldi, privo dei lobi delle orecchie. E dire che nessuna raffigurazione potrebbe essere più realistica poiché al nostro falso eroe furono davvero mozzate le orecchie, la mutilazione avvenne esattamente in Sud America, dove l’intrepido Garibaldi fu punito per furto di bestiame, si vocifera che fosse un ladro di cavalli. Naturalmente nessuna fonte ufficiale racconta questa vicenda.

È dunque lecito chiedersi quante altre accuse infanghino le gesta degli eroi risorgimentali? Quante altre macchie vennero lavate a colpi d’inchiostro da una storiografia corrotta e pilotata? Ma soprattutto quale fu il ruolo dei banchieri Rothschild nel processo di Unità d’Italia?
La Banca Nazionale degli Stati Sardi era sotto il controllo di Camillo Benso conte di Cavour, grazie alle cui pressioni divenne una autentica Tesoreria di Stato. Difatti era l’unica banca ad emettere una moneta fatta di semplice carta straccia. Inizialmente la riserva aurea ammontava ad appena 20 milioni ma questa somma ben presto sfumò perché reinvestita nella politica guerrafondaia dei Savoia. Il Banco delle Due Sicilie, sotto il controllo dei Borbone, possedeva invece un capitale enormemente più alto e costituito di solo oro e argento, una riserva tale da poter emettere moneta per 1.200 milioni ed assumere così il controllo dei mercati.

Cavour e gli stessi Savoia avevano ormai messo in ginocchio l’economia piemontese, si erano indebitati verso i Rothschild per svariati milioni e divennero in breve due burattini nelle loro mani. Fu così che i Savoia presero di mira il bottino dei Borbone. La rinascita economica piemontese avvenne mediante un operazione militare espansionistica a cui fu dato il nome in codice di Unità d’Italia, un classico esempio di colonialismo sotto mentite spoglie. L’intero progetto fu diretto dalla massoneria britannica, vero collante del Risorgimento. Non a caso i suddetti eroi furono tutti rigorosamente massoni.

La storia ufficiale racconta che i Mille guidati da Giuseppe Garibaldi, benché disorganizzati e privi di alcuna esperienza in campo militare, avrebbero prevalso su un esercito di settanta mila soldati ben addestrati e ben equipaggiati quale era l’esercito borbonico. In realtà l’impresa di Garibaldi riuscì solo grazie ai finanziamenti dei Rothschild, con i loro soldi i Savoia corruppero gli alti ufficiali dell’esercito borbonico che alla vista dei Mille batterono in ritirata, consentendo così la disfatta sul campo. Dunque non ci fu mai una vera battaglia, neppure la storiografia ufficiale ha potuto insabbiare le prove del fatto che molti ufficiali dell’esercito borbonico furono condannati per alto tradimento alla corona. Il sud fu presto invaso e depredato di ogni ricchezza, l’oro dei Borbone scomparve per sempre. Stupri, esecuzioni di massa, crimini di guerra e violenze di ogni genere erano all’ ordine del giorno. L’unica alternativa alla morte fu l’emigrazione. Il popolo cominciò a lasciare le campagne per trovare altrove una via di fuga. Ben presto il malcontento generale fomentò la ribellione dei sopravvissuti, si trattava di poveri contadini e gente di fatica che la propaganda savoiarda bollò con il dispregiativo di “briganti”, così da giustificarne la brutale soppressione.

A 150 anni di distanza si parla ancora di questione meridionale. Anche i più distratti scoveranno diverse analogie con quella che oggi viene invece definita questione palestinese. Stesse tecniche di disinformazione, stesse mire espansionistiche e soprattutto stesse famiglie di banchieri.

Solo che un tempo gli oppressi erano chiamati briganti… oggi invece sono i cattivi terroristi.


di Enrico Novissimo per

Collana eXoterica

ripreso da NOCENSURA.com


[Nota a margine: per quanto affermato anche da una sua stessa nipote nel corso di una puntata della trasmissione "Porta a Porta", Garibaldi passò a combattere per la resistenza, se pur tardivamente, spinto probabilmente da un moto di coscienza dopo la visione delle atrocità commesse dall'esercito piemontese ai danni delle popolazioni meridionali.
Una sua osservazione sui fatti in oggetto recita più o meno così: "Al sud (i piemontesi) hanno fatto cose da cloaca." - N.d.R.]

sabato 7 giugno 2014

Persecuzioni, esodi e vecchi titoli di giornale

 
  
- The Sun, 6 giugno 1915:
"6.000.000 di ebrei in Russia sono perseguitati, cacciati, fatti morire di fame, massacrati, oltraggiati."
 
- The New York Times, 18 ottobre 1918:
"6.000.000 di ebrei hanno bisogno di aiuto perché stanno morendo."
 
- The New York Times, 8 settembre 1919:
"In Ucraina, 6.000.000 di ebrei sono in pericolo. Sei milioni di ebrei in Ucraina e Polonia hanno ricevuto la notizia che stanno per essere completamente sterminati."
 
- The New York Times, 12 novembre 1919:
"6.000.000 di ebrei in Europa sono stati ridotti in condizioni di povertà, fame e malattia."
 
- Atlanta Constitution, 23 febbraio 1920:
"Negli Stati Uniti vengono raccolti 50.000$ per contribuire a salvare la vita di 6.000.000 di ebrei che stanno subendo persecuzioni in Europa."
 
- The New York Times, 7 maggio 1920:
"100.000$ di contributi per 6.000.000 di ebrei che muoiono di fame e malattie"
 
- Gazzetta di Montreal, 29 dicembre 1931:
"6.000.000 di ebrei sono di fronte alla morte per fame."
 
- The New York Times, 31 maggio 1936:
"La comunità cristiana chiede che venga concessa la possibilità di rifugiare in Palestina i milioni di ebrei che stanno soffrendo a causa dello European Holocaust." 
 
- New York Times, 23 febbraio 1938:
"6.000.000 di ebrei in Europa privi di tutela e possibilità.
 
%%%%%%%

Deduzione statistica:
dal 6 giugno 1915 ad almeno il 23 febbraio del 1938, il tasso di mortalità della popolazione ebrea è stato esattamente uguale al tasso di crescita; quindi durante il periodo preso in considerazione, o si sono costantemente riprodotti come conigli oppure nessuno è riuscito a sterminarli, nonostante l'impegno profuso.
Naturalmente, poi c'è stata la Seconda Guerra Mondiale... anzi la storia che la racconta per farli contenti.

Due aforismi pertinenti, attribuiti ad un esperto in materia:
"Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità"
"La propaganda è un'arte, non importa se questa racconti la verità"
[Joseph Goebbels]
 
Da chi avrà imparato Goebbels l'arte della propaganda?