venerdì 24 febbraio 2017

Cosa diceva Auriti sull'evasione fiscale e sul controvalore della moneta

I disastri combinati dalla Moneta Unica Europea causati principalmente dalla fissità del cambio tra le nazioni che l'hanno adottata, ha fatto passare in secondo piano la questione della proprietà della moneta ovvero della sua emissione "a credito" oppure "a debito".
In attesa di svincolarci al più presto dalla gabbia dell'Euro che ci impedisce sia di crescere che di prosperare che, infine, di autodeterminarci, rinfreschiamoci la memoria con un paio di lezioni di economia del Prof. Giacinto Auriti enunciata informalmente in una sua rubrica televisiva.
Nel primo video, lo sentirete anche elogiare Grillo, quando ancora nei suoi spettacoli manifestava l'intenzione di voler fare qualcosa di buono per l'Italia mentre ora mostra di essersi scordato delle lezioni del Professore.
Le sue considerazioni si sviluppano a partire dalla dimostrazione che l'evasione fiscale non sia affatto uno dei problemi più rilevanti in una situazione di crisi, come invece ripete continuamente, come un mantra la disinformazione di regime.
Anticipo che lo spezzone postato e quindi la retorica di Auriti, s'interrompono all'improvviso in occasione delle telefonata in diretta di un telespettatore ma ciò non toglie affatto valore al video.

Il secondo video, che fa parte della stessa trasmissione del 25/09/1998, verte sul controvalore della moneta, un concetto che sfugge a molti di coloro che immaginano di avere le idee chiare sulle basi della nostro economia.



mercoledì 22 febbraio 2017

Quando l'ignoranza e l'amore di mamma, assieme possono uccidere


Sulla vicenda che ha comportato il suicidio del sedicenne di Lavagna, va rilevato che la mamma del ragazzo ha agito utilizzando una miscela letale di amore ed ignoranza.

Inutile commentare l'amore - e talvolta la conseguente disperazione - che una madre può provare per il figlio ma cosa ignorava la donna per adottare un comportamento che ha comportato la morte del proprio figlio?

Per prima cosa, ignorava il fatto che se esistono una serie di divieti relativi alla cannabis, è solo perché due industrie statunitensi (una chimica l'altra petrolifera) appoggiati da un potente magnate dell'informazione avviarono una campagna contro la coltivazione della canapa nel momento in cui si resero

martedì 21 febbraio 2017

L'inganno del PIL



Tutti sanno che ogni statistica può essere interpretata relazionandola a parametri arbitrari ma quando TUTTI i dati da elaborare sono noti a tutti, questo diventa un po' più difficile.

L'assommare del Prodotto Interno Lordo è sbandierato reiteratamente davanti agli occhi della gente come il dato più significativo per la qualità della loro vita e per la salute della Nazione ma non è così: il PIL è un freddo riassunto dei dati relativi alla produzione di beni e servizi, a prescindere dalla loro natura, dalla loro destinazione e dal motivo per cui sono stati prodotti.
In pratica, come sostenne il mancato Presidente USA Robert Kennedy nel suo discorso più famoso e che probabilmente gli costò la vita, il PIL...
...comprende anche l'inquinamento dell'aria, la pubblicità per le

sabato 18 febbraio 2017

Un po' di Storia, di quella vera

Video istruttivo che vale la pena di seguire fino in fondo.
Dal minuto 30:00 vengono visualizzati i vecchi articoli di giornale a cui si è fatto riferimento in questo post del 2014:

Per una visione priva di preconcetti, si ricorda che un sano antisionismo non ha nulla a che vedere con l'abominevole antisemitismo nutrito da qualcuno.
Come rimarcato anche nel video, se vuoi sapere chi comanda, chiediti chi non ti è permesso criticare.
Per chi non lo sapesse, il Sionismo è la forma di nazismo che affligge l'etnia ebraica ed è direttamente responsabile del verificarsi della shoa.
"Nel tempo dell'inganno globale, dire la verità è un atto

venerdì 17 febbraio 2017

Vademecum dei problemi reali

 Al di là delle posizioni, sempre civilmente discutibili, su determinati problemi che assillano il Paese, un altro criterio per capire se un movimento politico (soprattutto quelli con la M maiuscola) è impegnato in maniera realmente costruttiva per la sua nazione, è valutare la rilevanza dei problemi che si pone di risolvere.
Chiaramente, un movimento che s'impegna strenuamente a battersi per dei problemi marginali, desta quanto meno il sospetto che voglia evitare di affrontare quelli rilevanti...
Per fare degli esempi alla rinfusa, prima di stilare una tabella dei problemi che

giovedì 16 febbraio 2017

Annotate i nomi di questi politici per non votarli mai più


Parlo sempre male dei pentastellati per quanto riguarda l'origine del "loro" movimento e spesso per le loro battaglie su cause marginali quando invece ce ne sarebbero di molto più significative; ma se fanno - ogni tanto - qualcosa di buono per il nostro Paese, è intellettualmente onesto riconoscerlo.

Uno degli aspetti che critico del loro agire è che risultano "distratti" o pasticcioni e manifestamente incompetenti quando cercano di fare politica "a favore"; ma almeno sembrano risultare più attenti quando fanno politica "contro".
Infatti come si vede dal marchio, proviene dal M5S quest'immagine riepilogativa dei politici che in sede europea hanno votato a favore del CETA stipulato tra Canada ed Unione Europea, quindi anche per conto dell'Italia.

mercoledì 15 febbraio 2017

Studio sull'ingerenza delle superpotenze nelle elezioni democratiche dal 1945 ad oggi

Lo studio citato nello sketch (non tanto) comico esiste realmente ed assevera che in classifica "gli USA sono chiaramente in testa con 81 ingerenze, senza contare i golpe."

Perdonatemi se anticipo la battuta più divertente, lo faccio per enfatizzarla:
"Perché non c'è stato mai un golpe negli USA?
Perché lì non ci sono ambasciate americane!"

lunedì 13 febbraio 2017

Intervista al Presidente Assad

Il Presidente siriano Assad, con la fermezza ed il garbo che lo contraddistinguono, risponde alle domande di alcuni giornalisti occidentali.

Anticipo un estratto delle sue dichiarazioni, una verità che dall'interno dell'Europa non si vuole vedere ma che nel vicino oriente è nota a tutti.
La risposta è relativa a qual è secondo lui, il ruolo del Belgio nella questione siriana.
"Molti in questa regione credono che gli europei politicamente non esistano.
Seguono solo il padrone, che è l'America.
Perciò la domanda dovrebbe riguardare l'America, e l'Europa si

sabato 11 febbraio 2017

Illegittima difesa



Stante la crescente precarietà della sicurezza pubblica, conseguenza diretta dell'imbastardimento etnico e culturale a cui è sottoposto il Paese, uno dei problemi pressanti è quello di definire un codice di comportamento a cui può si può attenere la vittima di un reato per scongiurarne le conseguenze, senza poi dover passare dalla parte del torto a termini di legge.

Partendo dal presupposto che di leggi ed affini so poco o nulla perché le ho quasi sempre subìte pur trovandomi SEMPRE dalla parte della ragione morale e, per contro, non ho quasi trovato mai vie legali atte a difendere i miei sacrosanti diritti, le considerazioni che andrò a fare vanno considerate in quell'ottica "gonzo" che rappresenta la... "linea editoriale" di questo blog.

venerdì 10 febbraio 2017

La bufala più grossa dell'anno


La fake new più grossa degli ultimi tempi non è quella fin troppo evidente relativa ad una qualsivoglia necessità inderogabile per l'Italia di accogliere orde di migranti a proprie spese; non è neanche relativa alle notizie false che ci sono state propinate dai media su Trump ed il suo "inaspettato" successo elettorale: la più grossa e sfacciata bufala degli ultimi tempi è quella relativa alla volontà dell'attuale (mal)governo di bloccare la diffusione mediatica di notizie false.

Anche un'idiota capirebbe che la crociata appena iniziata contro le fake news è intentata in realà contro la diffusione di notizie vere e dimostrabili.
QUINDI STIAMO PARLANDO - più propriamente - DI CENSURA
E allora, in questo contesto mi rivolgo anche agli idioti, se non altro perché

giovedì 9 febbraio 2017

Petizione contro l'uso del glifosato

Il glifosato costituisce il principio attivo dei più noti erbicidi e pesticidi ed è accertata la sua estrema tossicità (altrimenti non potrebbe funzionare...) anche per l'essere umano.
Oltre alla sua cancerogeneità e mutageneità, diversi ricercatori indipendenti sospettano che sia la vera causa - o la principale - della sindrome d'intolleranza al glutine, una volta sconosciuta, oggi considerata statisticamente probabile. Il glifosato infatti si lega maggiormente alle parti più grasse delle piante, quindi al glutine e per questo risulta maggiormente presente nei cereali raffinati rispetto a quelli integrali, anche se molti immaginano il contrario.

Volete fare qualcosa di utile per voi e per il resto dell'umanità? Informatevi e

mercoledì 8 febbraio 2017

Consuetudini anormali 6 - L'acqua in bottiglia


Tra le classifiche negative in cui il nostro Paese si distingue al peggio, quella relativa al consumo di acqua "potabile" in bottiglia ci vede al terzo posto nel mondo. Dato ancora più allarmante se si considera che si tratta di un rilievo numerico assoluto e non percentuale!

Il video a margine, non recente e di produzione statunitense, è comunque attualissimo ed illuminante sui rapporti causa-effetto che hanno portato la maggioranza dei consumatori inconsapevoli nel mondo, a ritenere normale uscire periodicamente dai supermercati stracarichi di bottiglie d'acqua, peraltro di dubbia potabilità, mettendo a rischio la loro schiena.
Viene sottolineato anche l'enorme impatto ambientale provocato da questo malcostume.

martedì 7 febbraio 2017

Ulteriore conferma antiEuro da Draghi



Il Nemico Pubblico Mario Draghi ha dichiarato alla stampa che "...l'Euro ci ha salvato dalla crisi" riferendosi chiaramente alla manica di traditori della Patria di cui fa parte, non certo all'Italia che in forte crisi si trova anche e soprattutto a causa dell'Euro e nessuno intellettualmente onesto e minimamente ferrato in economia può negarlo.
Ulteriore conferma quindi dell'impellenza di sottrarsi al più presto dal giogo della moneta unica europea, come caldeggiato da ben 7 Premi Nobel per l'Economia nonché dai maggiori economisti italiani tra cui i più popolari Nino Galloni, Alberto Bagnai e Claudio Borghi Aquilini.
E non possiamo certo aspettarci che a spegnere l'incendio sia chi lo ha appiccato e neanche è coerente ascoltare i suoi consigli: prima di tutto dobbiamo esautorarlo dal potere e poi riservarci il diritto di giudicarlo per le

lunedì 6 febbraio 2017

Anche Prodi conferma la necessità di uscire dall'Euro, dalla UE e dalla NATO

L'agente palese Romano Prodi, da sempre zerbino a libro paga dei poteri forti sovranazionali impegnati da oltre 25 anni nella distruzione sistematica del Paese, si è dichiarato preoccupato che lo tsunami Trump e l'ondata Le Pen possano stimolare le coscienze degli elettori italiani a ragionare con la propria testa e nell'interesse del Paese, magari spazzando via ciò che resta dei golpisti del '92 a cominciare da lui stesso...

L'immondo personaggio, anch'egli inspiegabilmente ancora a piede libero nonostante i crimini perpetrati e continuati contro lo Stato sovrano italiano, teme forse il giudizio

domenica 5 febbraio 2017

A Roma torna Pasquino con un messaggio per l'AntiCristo


Un messaggio esplicito dell'antico Spirito romano contro i soprusi e le ingiustizie è comparso sui muri del centro, diretto a quello che finora sembra essere l'incarnazione dell'antiCristo delle Profezie, secondo la sua manifesta volontà di voler scardinare la Chiesa Cattolica Romana dall'interno e distruggere l'identità etnica italiana.
Qualcuno doveva pur dirglielo ed in questi tempi di censura e persecuzione della verità, non rimaneva altro modo che ricorrere a dei manifesti: un plauso per l'iniziativa.
Come prevedibile, la psico-polizia orwelliana è intervenuta immediatamente cercando di far

sabato 4 febbraio 2017

La truffa più grande

L'articolo 53 della nostra Costituzione prevede testualmente che
 "Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. [...]"  
e ciò nonostante, come accade per altri dei suoi articoli fondamentali, è continuamente violato dalla Pubblica Amministrazione perché è chiaro a tutti che la pressione fiscale in Italia non è affatto proporzionale alla capacità contributiva - se s'identifica questa capacità col reddito reale ed effettivo - ma ad una serie di parametri che pretendono d'individuare con logiche arbitrarie e discutibili un reddito presunto influenzato anche dal valore stimato delle proprietà del contribuente.

giovedì 2 febbraio 2017

Napolitano conferma urgenza elezioni



Il Presidente della Repubblica effettivo - per il momento ancora a piede libero grazie all'inettitudine della magistratura - ha dichiarato che in ogni Paese democratico sarebbe meglio rispettare le scadenze istituzionali previste per i Governi, prima di tornare alle urne.
Quindi anche secondo lui - ammesso e non concesso che la sua opinione conti qualcosa - ci troviamo in assoluto ritardo rispetto all'ultima volta che abbiamo eletto un parlamento, nel 2008, stroncato anticipatamente nel 2011 da un Colpo di Stato imposto dalle elité finanziarie estere. Ma questa è storia recente, non fantasia complottista o il delirio di un vecchio malfattore.
Sarebbe meglio dunque andare alle urne immediatamente per ripristinare un minimo di democrazia formale e rispettare le leggi costituzionali. In realtà non ha grossa rilevanza il metodo con cui si andrà a votare al più presto perché se

mercoledì 1 febbraio 2017

Integratori Culturali 2 - I livelli parlamentari



Al vertice della mia personale scala dei disinteressi ci sono i giochi a palla, quelli che l'opinione comune si ostina ad annoverare nell'ambito degli sport nonostante a rigor di logica non sia possibile farlo. Ma le convinzioni delle masse non possono che rappresentare l'espressione dell'incompetenza, come sosteneva sagacemente René Guénon, quindi la cosa non mi meraviglia.

Al secondo posto colloco la politica intesa come inciucio perché in Italia è la definizione che più le si addice.
La politica italiana, per com'è degenerata a partire dal colpo di Stato del '92, non ha più nulla a che vedere con la (buona) gestione del Paese ma solo sulla spartizione dell'elettorato e delle risorse messe a disposizione con premeditata parsimonia da chi muove i fili dei fantocci politici che fanno finta

martedì 31 gennaio 2017

Integratori Culturali 1 - Trumpina


Pochi anni or sono, lèssi un libro - che riscosse un discreto successo tra gli appassionati di diete e benessere - sui benefici apportati dalla Vitamina D all'organismo.
Va detto subito che quando si leggono i risultati di ricerche incentrate su di un unico e solo principio alimentare, si rischia di avere la sensazione che sia il più importante di tutti perché si viene messi a conoscenza di una grossa quantità di disfunzioni fisiologiche causate dalla sua carenza. In realtà non esistono principi alimentari più importanti di altri, esiste solo una forbice di dosaggio, per ognuno di essi, entro la quale l'organismo funziona correttamente. Il troppo, in genere, stroppia, il poco rischia di essere insufficiente.
Non cito il nome né l'autore, del libro che non avrei problemi a rintracciare