sabato 24 febbraio 2018

L'unica Unione Europea buona è quella disunita.

Il Generale americano Philip Sheridan, a tale scopo incaricato e tra i principali attori dello sterminio dei nativi attraverso la sua tecnica di Guerra Totale, sosteneva che l’unico Indiano buono è quello morto.
Con oltre 200 guerre intentate e sostenute fin dalla sua fondazione (quindi con una media di oltre una guerra all'anno!) gli USA ancor oggi fanno dei conflitti a fuoco la loro principale industria, sulla pelle delle decine di milioni di vittime collateral effect delle loro politiche di sterminio di massa , salvo poi arrogarsi nel dopoguerra il business della ricostruzione. 
Hitler al loro confronto era un dilettante idealista che non a caso si complimentò con Roosvelt per come gli USA avevano risolto il problema di... esistere da parte dei nativi
Hanno superato con l'inganno degli attentati false flag il piccolo impedimento costituito dal loro divieto costituzionale di non entrare in guerra se non preventivamente attaccati.
Sono anche l'unico Paese al mondo da aver usato ben 2 ordigni nucleari contro una popolazione civile indifesa, e ciò nonostante hanno la faccia di pretendere il disarmo nucleare di tutti gli altri.
E' noto che abbiano interferito nelle elezioni politiche di oltre 80 Paesi del mondo - tra cui ovviamente la loro colonia italiana - ed accusano gli altri di interferire nelle loro.
Hanno sobillato ed organizzato ripetuti colpi di Stato per allineare alle loro politiche diversi Paesi del mondo, compresa ovviamente l'Italia col plateale golpe del '92 che solo un idiota o un Di Pietro possono sostenere non si sia trattato di un rovesciamento di regime.
Portano avanti politiche imperialiste e provocatorie, costituiscono una continua minaccia per la pace ma ovviamente accusano gli altri dei loro crimini. Celebre fu il quesito di Putin dopo essere stato stuzzicato da un giornalista: "Noi abbiamo (solo) 2 basi militari fuori dal nostro territorio, gli USA ne hanno 725: chi costituisce di più una potenziale minaccia per il resto del mondo?"
Ricordiamo che in Italia sono incistate 116 basi americane ufficiali più almeno altre 7 non riconosciute come tali che mi sento di aggiungere con un arsenale di ben 90 testate nucleari sotto il loro esclusivo controllo. In Italia, alla faccia della sovranità.

Potrei continuare a disquisire sulle bassezze americane ma vorrei focalizzare l'attenzione sull'Europa quale entità geografica che - ricordo per inciso - comprende anche una buona parte della Russia (fino alla catena degli Urali, come s'impara alle elementari) ed il cui centro geometrico è riconosciuto dall'Istituto Geografico di Parigi ricadere al centro di Vilnius, capitale della Lituania.
Tagliando corto, si può dire che la millantata e sedicente Europa-Unita-meno-Svizzera sia stata una creazione americana in tema di perdita del suo predominio globale, visto che in Europa insistevano (prima del tracollo subito in Italia) le prime tre economie mondiali oltre agli USA e la sua popolazione assommava ed assomma a circa il doppio di quella USA.
Per di più, un'Europa pericolosamente vicina anzi parzialmente integrante(*) il vecchio nemico russo ed in buoni rapporti commerciale con tutto l'oriente.
E' ovvio che la soluzione per indebolire l'Europa come continente è stata quella di indurre il suo raggruppamento in una bolgia di Stati del tutto incompatibili tra loro quanto ad economia, lingua, cultura, territorio e densità di popolazione.
Rinchiudendo animali diversi in un recinto, quello che si ottiene è un predominio del più forte (Germania), che magari si avvale della collaborazione di uno appena meno forte (Francia) e della patologica sottomissione dell'aquila che si crede un pollo e subisce ogni sorta di suprusi grazie soprattutto a governi illegittimi ed eterodiretti (ovviamente l'Italia).
Contesto non tanto dissimile da quello che descriveva Orwell nella sua Fattoria degli Animali.
Spesso mi capita di suggerire che libri come quello succitato, 1984 dello stesso autore ed Il Mondo Nuovo di Aldous Huxley, dovrebbero essere letture obbligatorie nelle nostre scuole in modo da poter formare cittadini in grado di riconoscere i segni dei tempi e l'andazzo delle cose. Un'altra lettura che riterrei illuminante per gli studenti e per la massa di ignari che popolano il nostro Paese, è il famigerato Piano Kalergi che si sta attuando a tappe forzate a la gente non se ne accorge neanche, non essendo capace di individuare il fine ultimo della serie di avvenimenti che si stanno vsovrapponendo nella vecchia Europa, il tutto preferibilmente prima che sia completamente acquistata e colonizzata dai cinesi...


*) confini orientali dell'Europa geografica:



venerdì 23 febbraio 2018

Dacci ogni tanto una strage a scuola

Quando il governo ombra americano non sa che fare, organizza una bella sparatoria nelle scuole.
Non ci vuole molto: prima di tutto s'individua uno studente psicopatico, e ciò in una società come quella statunitense non è molto difficile a causa delle intossicazioni da fluoro, metalli ed interferenti endocrini che fanno parte della dieta quotidiana della maggioranza dei cittadini. Se a questo contesto insano si aggiungono situazioni familiari borderline e bombardamenti continui di TV spazzatura, film e videogames horror e di violenza, il tutto in una società spersonalizzata e meritocratica, ecco che molti ragazzi si formano con forti predisposizioni per dare sfogo al lato oscuro della loro personalità.

giovedì 22 febbraio 2018

El Pueblo Unido può prevalere sui brogli. E anche sulle leggi elettorali.


Chi ha detto che votare non serve a nulla? Se c'è una cosa che può insegnarci la storia recente, è che una volontà popolare compatta e positivamente focalizzata è capace di vanificare ogni sorta di piani e congiure ai danni dei cittadini.

E' successo poco tempo fa negli USA in cui nonostante i brogli elettorali attuati sia tramite le famose macchinette elettroniche che permettevano di votare solo la Clinton che facendo votare ripetutamente le stesse persone adeguatamente retribuite, trasportandole con degli appositi bus da un seggio all'altro, cosa tecnicamente possibile in molti Stati degli USA nei quali alle urne non viene richiesto un documento d'identità con foto.
Se a questo si aggiunge che la campagna elettorale fu viziata da uno

mercoledì 21 febbraio 2018

La pericolosa deriva antifascista

Una tra le tante patologie psichiatriche dilaganti nel nostro Paese, favorite dalla disinformazione più capillare ed attuate mediante un plagio culturale che comincia dalla più tenera età, appare essere oggi la paranoia dell'antifascismo, sentimento che, se poteva essere comprensibile e più o meno giustificabile fino al 1945, in tempi attuali è sicuramente da annoverare tra gli stati patologici della mente, essendo venuto storicamente meno il suo presupposto.
Essere antifascista oggi equivale in sostanza a proclamarsi contro il governo di Nerone che, peraltro, diversamente a quanto narrato dalla storia ufficiale, pare sia stato tra i migliori e

martedì 20 febbraio 2018

Un'analisi oggettiva e distaccata sui fatti di Macerata

Provo, al di là di ogni strumentalizzazione propagandistica costruita sfruttando le sofferenze umane, ad effettuare una lettura serena ed analitica della recente cronaca nera cittadina.

Il fatto, di una gravità inaudita, ha visto una violenza di gruppo seguita da un omicidio rituale culminato con atti di cannibalismo compiuti ai danni di una giovane ragazza da parte un gruppo di spacciatori di droga stranieri che non hanno scrupolo di compiere le loro pratiche sanguinose e disumane in un Paese civile ed avanzato come l'Italia.
Dalla perizia con cui, secondo i medici legali, sono stati eseguiti gli espianti e lo smembramento del cadavere, è chiaro che siamo di fronte a gente avvezza a queste barbare ritualità e quindi la loro vittima maceratese di sicuro non può essere stata la prima, e sappiamo per altro che ogni anno, solo in Italia, scompaiono nel nulla migliaia di persone tra bambini ed adulti.

La reazione, di cui troppo molto spesso è colpevolmente carente il popolo

lunedì 19 febbraio 2018

Restii al confronto, inguaribilmente sinistri

Gli accadimenti che si accavallano durante la campagna elettorale mostrano una sinistra sfuggente ad ogni confronto politico, da Di Maio(*) a Renzi giustamente terrorizzato da un eventuale confronto pubblico col suo diretto antagonista politico Prof. Bagnai che certamente dispone di argomenti e competenze neanche lontanamente accessibili e discutibili dalla totale ignoranza in materia che ha mostrato finora il gerarchetto di Rignano - per definirlo con un epiteto utilizzato da Stefano Benni in una delle sue divertenti novelle.

Forte della sua tradizione ancestrale, la sinistra italiana dove non arriva col dialogo (cioè poco più lontano dell'antifascismo dogmatico) arriva con la violenza e gli attacchi fisici a militanti ed iniziative democratiche di Casapound, Forza Nuova e Fratelli d'Italia, sono all'ordine del giorno, non essendo più

sabato 17 febbraio 2018

Sulla pericolosità del mais (OGM)



Una delle tecniche disinformative più collaudate ed utilizzate consiste nel deviare una discussione su di un aspetto secondario.
La vita politica del Paese offre esempi quotidiani, addirittura in Italia sta riscuotendo un grosso consenso una formazione politica che deve il suo successo alla condivisione popolare di battaglie mirate esclusivamente a problemi secondari o poco significativi: qualche esempio?
  • Eccessivo ammontare degli stipendi ai parlamentari, quando il vero problema consiste nel dato ineludibile che la maggioranza dei nostri parlamentari non solo non è stata eletta dal popolo né lo rappresenta in alcun modo ma lavora indefessamente contro gli interessi dei cittadini e della nazione intera. Personalmente, riterrei molto più conveniente

venerdì 16 febbraio 2018

Sondaggi politiche 2018

Ma dov'è finito il bipolarismo?
Ammesso che si sia mai veramente realizzato in Italia il sogno, tutto americano, di ridurre il dibatto politico a due sole forze fintamente antitetiche, non si capisce perché negli ultimi sondaggi i dati relativi al Movimento 5 Stelle vengano computati come se il movimento pentamassonico si possa razionalmente collocare al di fuori di un'ottica dualista.
Non mi sembra esistano dubbi sul fatto che il Movimento Immobile, per le sue azioni, opere ed omissioni, sia un partito di sinistra anzi estremamente sinistro in quanto l'unico dell'arco parlamentare ad essere gestito, alla faccia del conflitto d'interessi, da una società commerciale ed il cui primo rappresentante, nominato a Washington, membro della Trilaterale, prima della campagna elettorale va ufficialmente a prendere ordini sia negli USA che in Israele!

giovedì 15 febbraio 2018

Quando si predica male e si razzola peggio

Un mio amico musulmano avrebbe detto che in questo caso Allah è stato grande, rendendo pan per focaccia a... il bue che dà del cornuto all'asino, tanto per inquadrare l'accaduto citando un adagio molto popolare.
In almeno un post di qualche anno fa accennavo all'ipocrisia dell'oncologo-modello scientista Veronesi che, oltre alla sua indefessa convinzione sull'efficacia della chemioterapia contro il cancro, sosteneva di essere vegetariano o integralista vegano, non ricordo esattamente quale delle due varianti religiose.
In quel caso, evidentemente, il corrispettivo cristiano di Allah colpì duramente

mercoledì 14 febbraio 2018

I "fascisti rossi" tra equivoci ed ossimori

Una delle locuzioni più adoperate dalla neolingua orwelliana in uso ai media di regime è quella che vorrebbe inquadrare i sinistroidi più facinorosi ed intolleranti in un improbabile "fascismo rosso" la cui esistenza dovrebbe esimere i sinistroidi non violenti da valutazioni negative riguardo la loro millantata democraticità.
In realtà, la questione è molto semplice: se si chiede ad un componente qualsiasi di queste squadracce sinistre come la pensi politicamente non può che rispondere che s'ispira a idee "di sinistra" in piena antitesi con le idee proprie del fascismo (così almeno riterrà lui) e di sicuro si proclamerà "antifascista" anche se di quasi un secolo in ritardo sui tempi...
Allora perché insistere pervicacemente a definire fascisti coloro che s'ispirano dichiaratamente a idee sinistre, si proclamano comunisti e soprattutto agiscono come tali ostracizzando anche e soprattutto con la violenza qualunque anelito

martedì 6 febbraio 2018

Il Problema dell'Evasione Fiscale in Italia

Anche se sarebbe ampiamente discutibile il principio in base al quale uno Stato (sovrano) non potrebbe reggersi senza il contributo economico dei suoi cittadini, ammettiamo - senza concederlo - che sia così e che ogni cittadino, come recita l'art. 53 della Costituzione italiana, debba contribuire alla spesa pubblica in ragione della propria capacità contributiva.
Ormai in piena campagna elettorale, sui media si disquisisce e si dibatte diffusamente sull'opportunità di adottare un sistema di tassazione ad aliquota costante che - tra quelli che sono d'accordo su questo punto - si dovrebbe fissare tra il 15 ed il 23%.
Soffermiamoci un momento su questo problema, peraltro del tutto relativo all'assunto dell'inevitabilità del contributo.
Dalle risultanze storiche che ci sono pervenute, sappiamo che fin da quando fu

giovedì 1 febbraio 2018

Il problema del PUS nella fisiologia sociale italiana

Anche se in ritardo di parecchi anni sul naturale funzionamento di uno Stato che nonostante ciò ha ancora il coraggio di definirsi democratico, si avvicina la data in cui i sudditi avranno almeno l'illusione di poter influenzare le scelte politiche che li riguardano. 
Potranno farlo in maniera molto parziale, vista l'impossibilità di destinare il voto ad un candidato liberamente prescelto ed agli altri meccanismi di tutela dello status quo, ma questo dipenderà alla fine dalla fazione che prevarrà negli scrutini: se quella a favore della definitiva distruzione del Paese e dei suoi cittadini o quella opposta.
L'ago della bilancia sarà rappresentato dal livello di coscienza della popolazione votante: a giudicare dalla maggioranza dei dibattiti pubblici e da ciò che pochi leggono sui giornali ed in rete, permane ancora un elevato livello d'idiozia

domenica 14 gennaio 2018

Mai lavorato un'ora in vita sua

Tra la sinistra al servizio del sionismo internazionale e l'estrema sinistra, il Movimento 5 Stelle trova la sua collocazione in una posizione... estremamente sinistra.
Fondato da massoni anglofili e mondialisti, e gestito da una società commerciale - alla faccia di ogni conflitto d'interessi - il Movimento Immobile si distingue per i prerequisiti richiesti ai propri rappresentanti: l'incompetenza ed il totale vuoto programmatico. Con questi presupposti, chi gestisce il partito può essere sicuro di poter muovere a piacimento le sue marionette mute d'accento e di pensier...
Su Luigi Di Maio si è già espresso in maniera esaustiva un politico che secondo me predica male ma razzola bene: il suo concittadino Vincenzo De Luca che (almeno) come primo cittadino di Salerno ha dimostrato di saperci fare molto bene come amministratore della città. In rete si trovano diversi video in cui l'ex-

mercoledì 20 dicembre 2017

Mentana ed il suo TG Porco


Il basso livello della disinformazione di regime, negli ultimi tempi è rappresentato al meglio da Enrico Mentana che, a memoria d'uomo, è stato autore di un unico scoop utile e significativo, nel 1992 per conto del TG5, intervistando Beppe Grillo appena sceso dal panfilo Britannia della Corona inglese sul quale era salito assieme ai suoi compari di merende Amato, Ciampi, Draghi e Prodi (elencati non solo in ordine alfabetico ma anche di crescente disgusto per la loro persona) per prendere ordini sulla distruzione programmata della loro stessa Madre Patria, temporalmente a cavallo tra il Colpo di Stato CIA denominato Mani Pulite e gli omicidi Falcone e Borsellino che assestarono il colpo di grazia ai residui di sovranità dello Stato italiano.
Naturalmente, l'intervista risulta irreperibile negli archivi Mediaset.

venerdì 8 dicembre 2017

Ultima ora: il Movimento 5 Stelle si proclama antifascista

Sulla prima pagina di uno dei giornali di regime in edicola stamattina, si può leggere un articolo dedicato a questo importante proclama che aggiunge (si spera) l'ultima tessera ad una serie di programmi elettorali pentastellati che vanno dall'insignificante, all'inutile, all'assolutamente secondario.
Va bene che, a parte i massoni che lo hanno fondato, il Movimento è costituito prevalentemente da giovani ignoranti - compresi quelli facenti parte della famigerata Trilaterale, ma è inammissibile che a oltre 70 anni dalla fine conclamata del fascismo, ci sia ancora qualche imbecille sinistroide filosionista che lo individua ancora come

giovedì 7 dicembre 2017

Chi sta cambiando il mondo? Fautori di nuovi paradigmi - 4) Rosario Marcianò


Rosario Marcianò non sarebbe altro che un placido e comune geometra, consulente informatico di Sanremo, se non fosse che si tratta del più importante attivista e divulgatore italiano sul fronte del contrasto alle irrorazioni aeree clandestine mirate alla geoingegneria [vedi Accordo Italia-USA sulla Sperimentazione Climatica, Berlusconi-Bush, 2002] e ad altri scopi che è lecito supporre vista l'enorme gamma di effetti e funzionalità a cui si presta quella pratica nota, soprattutto a chi ne mette in dubbio l'esistenza, con la locuzione di "scie chimiche".

Il rischio che la maggioranza dei cittadini possa arrivare un giorno ad accorgersi che, su scala pressoché planetaria sono in corso da almeno 15 anni operazioni di modificazione climatica indotta - se non addirittura una vera guerra climatica -

mercoledì 6 dicembre 2017

Chi sta cambiando il mondo? Fautori di nuovi paradigmi - 3) Adriano Panzironi

Adriano Panzironi, a rigor di anagrafe, è un semplice giornalista. In realtà, valutando oggettivamente il lavoro che sta svolgendo, andrebbe considerato un divulgatore scientifico rigorosamente ortodosso alla letteratura medica ufficiale: per questo non può in alcun modo essere associato a ricercatori eretici come Bonifacio, Gerson, Hamer, Simoncini e tanti altri che, a prescindere dall'efficacia dei loro protocolli di cura, sono stati perseguitati ed ammutoliti dalla Medicina ufficiale, quella che si auto-attribuisce e si fregia della M maiuscola.
Contro Panzironi, per il momento, hanno scatenato Le Iene (oppure si sono scatenati da soli, se sono abbastanza idioti o disinformati sul suo lavoro) ma molto difficilmente potranno oscurare il suo lavoro, prima di tutto perché basato esclusivamente su pubblicazioni medico-scientifiche UFFICIALI, poi perché tutto documentato nel suo libro che sta avendo una sempre maggior diffusione in

martedì 5 dicembre 2017

Chi sta cambiando il mondo? Fautori di nuovi paradigmi - 2) Mauro Biglino


Mauro Biglino, da oscuro traduttore dell'ebraico-aramaico per conto delle Edizioni San Paolo, è diventato un personaggio di grande rilevanza mediatica nell'ambiente di coloro che, come lui, amano e sono portati ad indagare la verità aggirando i sedimenti, gli inganni, i controsensi ed i vicoli ciechi di una cultura - la nostra, quella fortemente condizionata dalla Chiesa Romana in tutti i suoi aspetti e manifestazioni - che siamo portati a ritenere portatrice per definizione di verità e di civiltà.

Col suo lavoro di divulgazione - che egli definisce "il lavoro più stupido del mondo" perché in buona sostanza si limita a leggerci la Bibbia cattolica in maniera strettamente osservante del testo, emendata da qualsiasi sovrastruttura o interpretazione teologica - ha aperto una breccia insanabile

lunedì 4 dicembre 2017

Chi sta cambiando il mondo? Fautori di nuovi paradigmi - 1) Corrado Malanga

La recente aggressione mediatica attuata da Le Iene ai danni del divulgatore scientifico Adriano Panzironi, mi ha fatto pensare a tutti quei ricercatori o innovatori che indagando la verità oppure inventando nuove tecnologie, anche nel caso non riescano a cambiare la visione del mondo nell'immediato, di sicuro stanno gettando le basi culturali per un auspicabile cambio di paradigma che si estende ben al di fuori del loro specifico campo d'azione.
A partire dal presente post, parlerò in una piccola serie di coloro che secondo il mio modesto parere - da persona di forma mentis principalmente analitica e formazione prevalentemente scientifica/antiscientista - sono coloro che tramite pensiero ed opere stanno scardinando i presupposti su cui si basa il nostro bagaglio di false credenze.

giovedì 30 novembre 2017

Le Iene Meccaniche colpiscono ancora

Il celebre film di Stanley Kubrick distribuito in Italia col titolo di Arancia Meccanica, raccontava della vicenda di un ragazzo che, in una decadente società anglosassone del futuro, si esaltava con la musica classica e con una bevanda psicotropa di libera vendita, conducendo una vita all'insegna della cosiddetta "ultraviolenza" perpetrata, assieme a dei compari, ai danni di poveri malcapitati.
Ma all'interno del suo gruppo la sua leadership viene messa in discussione ed alla fine fanno in modo che venga arrestato dalla polizia.
Il trattamento che subisce ricorda in maniera molto edulcorata le tecniche MKUltra ed alla fine si capisce che il ragazzo verrà rilasciato con licenza di

mercoledì 29 novembre 2017

Difendersi dalle Fake News


Da sempre, l'informazione libera e veritiera è il primo nemico dei regimi totalitari consolidati o in via di consolidamento come in Italia.
E' chiaro che in vista delle anelate elezioni, negate al popolo italiano fin dal colpo di Stato soft che costrinse Berlusconi ad abdicare dal suo mandato elettorale, il potere si dia da fare per escogitare tutte le maniere possibili - in barba alla Costituzione - per censurare le voci non allineate sostituendole con pacchetti discreti di fake news di regime atte a fornire una visione distorta della realtà e condizionare a proprio favore l'opinione pubblica o almeno di quella parte della popolazione meno scaltra ed informata.

Copiando il peggio dalla corrotta e decadente società statunitense, dopo Halloween, i Black Friday ed altre amenità consumistiche, i criminali che

venerdì 10 novembre 2017

Dovere di cronaca

Esattamente come per l'elezione di Trump, la Brexit, la Crimea e tante altre manifestazioni della volontà popolare, quando a vincere e la fazione anti-sistema (ovvero per il recupero di un'autonomia decisionale) vengono immediatamente scatenate campagne post eventum mirate a capovolgere il risultato del voto o almeno a denigrare e mettere in difficoltà i vincitori.
Della vicenda della testata al giornalista irritante e petulante del canale TV governativo Rai2, si è detto che l'autore è di etnia zingara e che sarebbe legato a Casapound - guarda un po' che combinazione anche se appare uno strano legame il suo considerando l'etnia a cui appartiene, notoriamente non proprio nelle simpatie della destra rappresentata anche dall'ineffabile movimento di Casapound.
Quello che non si è detto - a parte il fatto che i suoi legami con Casapound sono

martedì 7 novembre 2017

Armi ed abbracci

Un'importante notizia a corollario della (più) recente strage avvenuta in Texas riguarda l'abbattimento del Candidato Manch... - pardon - killer (definito "squilibrato" anche da Trump in persona) da parte di un civile armato, prima che lo stragista potesse causare, eventualmente, danni ancor maggiori.
Questo risvolto, una volta riportato alla cronaca, è stato immediatamente interpretrato da una certa stampa allineata al Pensiero Unico come uno spot a favore delle armi e - onestamente - può anche darsi sia così. Se lo fosse, costituirebbe un caso più unico che raro in opposizione al pensiero (unico) dominante che vuole come cura preventiva alle stragi fai-da-te il disarmo delle potenziali vittime, in offesa e